Significato numerologico del Numero 3

Significato numerologico del Numero 3

Il Significato Numerologico del Numero 3

Considerato il “numero perfetto“, in quanto espressione della Triade o Trinità, il  Numero Tre viene associato a Giove che rappresenta l‘autorità, il senso del dovere portato alla sua massima espressione. E’ il simbolo spirituale della pianta che allunga i suoi rami (triforcazione) e i Pitagorici lo consideravano sacro perché permette di tracciare il triangolo, figura perfetta.

Se torniamo con la memoria alla mitologia greca che studiavamo a scuola, ricorderemo di averlo più volte sentito nominare per le divinità : le Parche, le Furie, le Grazie, sempre in numero di tre. Il Tre, è il prodotto dell’unione tra l’Uno, il principio attivo e il Due, il grembo che accoglie la creazione. Possiamo definirlo il primo prodotto del pensiero che si moltiplica e si espande; racchiude in sé sia il concetto di unione sia quello di espansione. Il Tre è Figlio del Padre (1) e della Madre ( 2), che si è formato attraverso il Soffio generatore e può, così, continuare la Specie.

Nel significato profondo del termine “Trinità”, troviamo moltissimi richiami alla “perfezione“. Questo termine non deve essere interpretato in senso letterale. In realtà, si va ben oltre un eventuale senso estetico, esteriore, che potrebbe richiamare. Si tratta, invece, di associarlo alle qualità superiori dell’Uno, del Due e del Tre. Perfezione è l’Armonia delle parti, è l’equilibrio delle forze. La Perfezione è “creare“, qualunque cosa ( pensieri, azioni, espressioni materiali), con la forza e la rettitudine dell’Uno, con la grazia e l’accoglienza fertile del Due e mantenere tutto questo nella perfetta armonia per farlo crescere ed espandere.

Secondo la Kabbalah, il Tre è associato alla terza lettera dell’alfabeto ebraico : Ghimel ( ג ). La forma della lettera, richiama la figura di una persona nell’atto di correre, come se mettesse il piede in avanti per lo slancio. Si tratta dell’origine del movimento, rappresenta la spinta ad uscire da se stessi, dalle proprie limitazioni che la dualità ci propone di continuo ( torto/ragione, buono/cattivo, positivo/negativo).

Ghimel, il Tre, è la sede della volontà di crescere, è ciò che invita all’attività, al progresso, al miglioramento di ciò che siamo. occorre uscire dalle nostre abitudini, da ciò che ci limita e dirigerci verso il vero Sé, verso la parte più vera, profonda ed eterna di noi stessi. La forma di Ghimel rappresenta anche l’espandersi e il contrarsi della Luce Infinita, durante il processo della creazione dei Mondi. Ricorda le contrazioni e il rilascio nel travaglio del parto.

Non a caso, per rinascere a noi stessi, dobbiamo prima raccoglierci, riflettere e poi espandere la nostra coscienza in un nuovo modo, creando la nostra nuova vita. 

Maggiori approfondimenti sul Numero 3, potete trovarli in questa video-lezione che ho realizzato: Numerologia Evolutiva-Parte 4

 

 

Skills

Posted on

agosto 23, 2012

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>